Sono andata a letto con un uomo sposato e faceva caldo…

Sono andata a letto con un uomo sposato e faceva caldo…

19 Marzo 2020 0 Di louise

Le relazioni amorose con uomini sposati sono spesso all’ordine del giorno nel mondo di oggi. Molti di loro cercano relazioni proibite, sesso torrido e dilemmi morali. Alcuni uomini amano anche entrare in tali relazioni fingendo di non essere sposati. Alcune donne si affrettano a condividere storie di queste insolite relazioni.

Tutto inizia con una vacanza a Londra con gli amici, tre per la precisione.

Un weekend di divertimento con le amiche…

La nostra vacanza a Londra inizia con un volo del mattino presto con biglietti ottenuti ad un costo inferiore, poi abbiamo dovuto lasciare le nostre cose in albergo. Il resto della giornata è stato poi assegnato ad un tour della città. I miei amici erano tutti come me, single e pronti a fare festa come me. Così abbiamo fatto una lista di club pronti ad ospitare la nostra serata tra ragazze. Mentre aspettavamo le nostre uscite notturne, ci siamo seduti in un parco dove c’era pochissimo traffico, ascoltando la nostra musica preferita su uno smartphone e ballando. All’improvviso ho sentito l’impulso di innamorarmi di un brano di Véronique Sanson. Questa canzone parla dell’amore proibito; è una delle mie preferite.

Questa canzone ci ha poi acceso un dibattito sul fatto che uno di noi sarebbe stato pronto ad avere una relazione d’amore con un uomo sposato. Alcune canzoni parlavano di certe barriere, come l’amante, o del livello di coinvolgimento dell’uomo nel suo rapporto con la donna. Io, per esempio, sono stato irremovibile nel mio rifiuto. Avevo un’opinione preconcetta sull’argomento perché speravo di valere più di una semplice amante e una delle mie esperienze su Tinder mi ha confermato in questa posizione.

Il mio incontro con un uomo in un club di Londra

La nostra prima serata è iniziata in un bar di Londra, prima di continuare in un club piuttosto famoso dove i ragazzi non erano male e la musica era piuttosto buona. Mentre ballavo, ho visto un ragazzo piuttosto pulito su se stesso, con un berretto, barba perfettamente tagliata e un fisico piuttosto insolito. Stanco di ballare, mi sono unito a uno dei miei amici che stava chiacchierando con Simon, un amico del tipo col berretto. Si chiama Marc, è svedese, ma vive negli Stati Uniti, dove lui e Simon si sono conosciuti 20 anni fa durante gli studi. Eravamo due coppie, Simon e il mio amico Mark ed io. Sembrava che fossimo su una corda tesa tra noi, e lui era piuttosto riservato e poco intraprendente. Verso le 5 del mattino noi quattro abbiamo preso un taxi per portarli a casa.

Una volta in albergo, seduto sul divano, mi ha mostrato all’improvviso il suo anulare.

All’inizio non capivo, ma un attimo dopo ho capito: era sposato. Così gli ho assicurato che non ci sarebbe stato più nulla tra di noi. Il giorno dopo sono andata con lui a fare la spesa per il suo lavoro, come gli avevo promesso il giorno prima. Non volevo lasciarlo, nonostante mi avesse detto il giorno prima di sposarsi.

I momenti che ho trascorso con lui sono stati davvero magici. È un uomo piuttosto colto, divertente, sportivo ed elegante. Abbiamo passato la maggior parte del tempo a vagare per la città di Londra, a prendere un caffè e a pranzare e a parlare di tutto. Esito a parlare della moglie, ma lui mi dice più tardi che non si vede vivere tutta la vita con la stessa persona.

Dovrei andare a letto con lui?

So che mi ero proibita di avere relazioni con uomini sposati, ma il mio incontro con Marc mi fa venir voglia di ignorare questo principio. Penso a lui tutto il tempo e mi rattrista il pensiero che potremmo non rivederci mai più. Stavamo improvvisando un incontro; ero con la mia ragazza e l’ho invitata ad unirsi a noi con Simon. Così ci siamo incontrati in città, in un bar dove abbiamo passato tutta la serata a chiacchierare fino a quando le nostre discussioni non si sono spostate sul sesso. Volevo fare sesso, ma non sapevo come farlo.

Il bagno

Così siamo tornati in albergo e l’ho esortato a raggiungermi nell’enorme vasca da bagno nella doccia. Ho lanciato una playlist sul mio telefono e ho svuotato più della metà del bagnoschiuma nella vasca da bagno. Si è unito a me e poi ha seguito incessanti carezze, io gli ho fatto la fellatio e lui mi ha fatto un cunnilingus. Mi ha diteggiato vigorosamente prima di penetrarmi e di fare avanti e indietro vigorosamente. È stata un’esperienza meravigliosa.